Missione Io Sono Vivo - Pagina di accoglienza

Missione Io Sono Vivo   

 


Vogliamo essere in pellegrinaggio di amore e di speranza essere presenti
in chiese, ospedali, scuole, famiglie e comunità religiose.  Benvenuto !


Pietro, mi ami tu?

     "Quand'ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gesù gli disse:«Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo: «Simone di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che io ti amo». Gesù gli disse: «Pasci le mie pecorelle ». Gli disse per la terza volta: « Simone di Giovanni, mi ami?», e Pietro gli disse : « Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle». E aggiunse: «… Seguimi»."

     Al triplice rinnegamento di Pietro corrispondono una triplice domanda d'amore, un rinnovamento ed una restaurazione della sua missione di discepolo image du récit de Pierre in vista della Missione che assumerà come Pastore e capo della Chiesa. La sua missione sarà di confermare i suoi fratelli nella fede in Cristo Risorto.

     Pietro sono io, nei miei rinnegamenti, nelle mie vulnerabilità di cristiano, nelle mie paure di compromettermi in nome della mia fede nel Cristo Risorto. Pietro sono io e posso sentirmi dire : «Tu…Mi ami?» e, secondo la mia risposta, ricevere la mia propria missione di «Testimone del Cristo», nel mio ambiente di vita, secondo la mia vocazione.

     PREGHIERA : Signore, Tu mi conosci a fondo. Tu sai bene che Ti amo. Ti amo anche quando non riesco a dirtelo nella mia preghiera, anche quando, nella mia vita quotidiana, non riesco a dimostrartelo come si dovrebbe. Tu sai bene che io Ti amo, anche quando mi domando se il mio amore è vero e sincero e se per me vivere è amare Te e amare i miei fratelli e le mie sorelle in Te. Oggi voglio consegnarti tutto il mio cuore. Tu sai che soffro di non poterti amare con più generosità. Ti amo, so che Tu conosci la sincerità del mio povero amore e che Tu ne apprezzi il valore, perché ... TU SEI VIVO.